FRONTE DELLA GIOVENTÙ


Comitato della Zona Libera del Friuli


Ai Comitati Comunali
Ai Comitati Frazionali


GIOVANI!


Siamo stati informati che presto sarà provveduto alla riapertura delle scuole. Il C.L.N. della Zona Libera provvede a questo e si interesserà di tutti i problemi inerenti sia agli scolari sia agli insegnanti.
Il problema scolastico ci tocca molto da vicino e noi giovani non possiamo estraniarci e non aiutare i nostri giovani compagni.

Dunque il Comitato della Zona Libera del Fronte della Gioventù propone:

1° - Di provvedere alla raccolta di tutto o parte del materiale scolastico strettamente necessario: cancelleria che scarseggia, e se non provvediamo a rintracciarla sparirà, e i libri di testo. Raccogliere anche i volumi utilizzati nel regime fascista; la loro utilizzazione sarà decisa dagli organi che verranno a questo scopo creati. Molto utile sarebbe il «Cuore» del De Amicis.

2° - Di discutere i precedenti politici dei maestri del luogo, e se risultasse che hanno spiegato un'attività zelante nello spingere la gioventù e le famiglie verso il fascismo, proporne l'esclusione. Si tenga presente in proposito che gli insegnanti erano tenuti, se volevano esercitare il loro mestiere, a fare da dirigenti delle organizzazioni giovanili fasciste, e perciò non sarebbe equo escluderli per questo solo fatto.

Invece se quest'opera è stata fatta con zelo e convinzione, facendo pressioni e minacciando denunce, allora si deciderà senz'altro per l'esclusione e senza nessun riguardo, perché non possiamo permettere che la nostra gioventù sia ancora avvelenata da questi individui.

GIOVANI!


Siamo convinti che capirete la responsabilità che vi associa ai più adulti e che mostrerete di essere all'altezza dei nuovi compiti assegnativi.




F.G. - Comitato della Zona Libera Friuli
                       Il Segretario


Friuli Liberato lì 23-9-44